Place Place Phone Phone Mail Mail Opening Hours Opening Hours Shop Shop Secure Secure Restaurant Restaurant Person Info Calendar Info Room Info Other Info Adress Info

Utilizzo delle energie rinnovabili

Fino a quando non sarà disponibile un’apposita legge per le gare d’appalto per le grandi concessioni, il restante potenziale sostenibile dei corsi d’acqua dell’Alto Adige sfruttabile dalle grandi centrali elettriche sarà messo sotto tutela e non sarà destinato ad altri usi idroelettrici;

Vota ora!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2021 la proposta di legge sul rilascio delle concessioni per le derivazioni a scopo idroelettrico in impianti con una potenza nominale media installata superiore a 3 MW sarà sottoposta al Consiglio provinciale per l’approvazione;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2022 l’azienda energetica provinciale elaborerà un’offerta interessante per l’affitto di tetti di edifici commerciali e privati adatti all’installazione di impianti fotovoltaici;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2022 la Provincia farà un’analisi della disponibilità residua di superfici idonee all’installazione di impianti FV sui propri edifici;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

I tetti adatti per impianti fotovoltaici degli edifici pubblici provinciali, delle aziende a partecipazione pubblica e, previo accordo, anche degli edifici comunali, saranno catalogati. Entro il 2025 sarà indetta una gara d’appalto per l’utilizzo di questi tetti come sede di impianti fotovoltaici da parte di un fornitore di servizi energetici;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

La diffusione delle nuove possibilità di autoconsumo condominiale o nelle comunità energetiche sarà agevolata entro il 2022 tramite un servizio di consulenza e la semplificazione del processo burocratico. In tale contesto si diffonderà anche l’impiego di sistemi di accumulo per massimizzare l’energia autoconsumata;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Il processo di autorizzazione degli impianti fotovoltaici sarà analizzato entro il 2022 con uno studio per rilevare eventuali impedimenti. Gli esiti di questo studio saranno implementati immediatamente;

One response to “Energie rinnovabili 7”

  1. Stefano says:

    L’iter di allacciamento alla rete pubblica di un fotovoltaico, il così detto TICA è emanato dall’Autorità per l’Energia,
    ed è così per tutti dalla Sicilia al Brennero. Introdurre regole locali, sarebbe un “tornare indietro” e si avrebbero più problemi che altro ! L’iter è troppo macchinoso, ed i portali internet che le Aziende Distributrici di Energia sono state obbligate a predisporre sono complicati. Occorre sicuramente snellire la procedura, ma si può fare solo a livello nazionale

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2023 un gruppo di lavoro interdisciplinare coordinato dalla Ripartizione provinciale Natura, paesaggio e sviluppo del territorio svilupperà un concetto innovativo per le nuove zone di espansione sostenibili con misure improntate all’autoconsumo energetico, sia elettrico che termico, alla mobilità alternativa, all’adattamento ai cambiamenti climatici, tra cui il riutilizzo dell’acqua piovana e alla riduzione dell’effetto isola di calore;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

L’uso della biomassa legnosa per scopi energetici deve avvenire all’interno della catena del valore del legno nel corso della fabbricazione di prodotti e materiali durevoli per poter sfruttare al meglio il potenziale di stoccaggio a lungo termine di CO2. Nella gestione delle centrali di teleriscaldamento, la quota di biomassa proveniente da boschi locali deve essere aumentata del 5% entro il 2030;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2023 il Dipartimento dell’Agricoltura svilupperà una strategia per ridurre significativamente l’uso di combustibili fossili in agricoltura e sostituirli con fonti di energia rinnovabili;

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Dal 2022 è abolita per le nuove costruzioni la possibilità di motivare con una relazione tecnico economica, redatta da un tecnico qualificato, il mancato rispetto dell’obbligo di copertura nella misura del 50% del fabbisogno di energia primaria tramite energia da fonti rinnovabili. In futuro si potrà derogare da questo requisito solo nei seguenti casi:

  • se l’edificio viene costruito in classe CasaClima Gold;
  • se l’edificio copre il proprio fabbisogno termico con una pompa di calore ad azionamento elettrico o tramite teleriscaldamento (eventualmente anche in combinazione con altre fonti di energia rinnovabile);
  • se il fabbisogno di acqua calda sanitaria viene soddisfatto almeno per il 60% tramite energia da fonti rinnovabili;
  • se il fabbisogno di energia elettrica è almeno parzialmente coperto tramite energia da fonti rinnovabili installate sull’edificio o sulle sue pertinenze con una potenza elettrica di almeno 30 W per m² di superficie edificata.

One response to “Energie rinnovabili 11”

  1. Stefano says:

    Gli edifici abitativi utilizzano la maggior parte dell’energia alla sera quando è buio ed i fotovoltaici non funzionano più. Inoltre gli impianti PV sono generalmente collegati ai servizi comuni, che sono quelli che consumano di meno. La pompa di calore assorbe un sacco di energia elettrica …chi ha scritto queste misure non sa di cosa sta parlando !

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Dal 2022, ove tecnicamente ed economicamente fattibile, il fabbisogno di energia elettrica degli edifici di nuova costruzione o soggetti a ristrutturazione importante deve essere coperto tramite sistemi per la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili con una potenza di picco minima di 30 W per m² di superficie coperta, da installare all’interno o sull’edificio stesso, o delle sue pertinenze.

One response to “Energie rinnovabili 12”

  1. Stefano says:

    Avrebbe senso se sul tetto di un edificio residenziale ci fosse spazio per tanti impianti FV quante sono le unità abitative.
    Ma anche se così fosse, l’energia prodotta andrebbe in rete con scarsa remunerazione dei condomini, visto che la richiesta di energia è alla sera quando i FV non funzionano. Così in pratica si obbligano i privati a costruire impianti a loro spese per alimentare la rete pubblica.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2024 la Provincia allaccerà al teleriscaldamento di Bolzano 24 edifici provinciali. Con l’allacciamento di questi edifici si può ottenere una riduzione annuale di emissioni di CO2 di circa 4.000t. (Tabella 3)

Tabella 3: Elenco degli edifici nella disponibilità della Provincia di Bolzano da allacciare al teleriscaldamento di Bolzano secondo il programma di risanamento della Giunta provinciale.

Edificio Potenza di allacciamenti stimata in kW
Tribunale di BolzanoPiazza Tribunale 1 1.650
Archivio provinciale Tessmann e palazzo RottenbuchVia A. Diaz 6-8 900
Liceo W. von der Vogelweide – Via A. Diaz 34 600
Ufficio sistemazione bacini montaniVia C. Battisti 23 300
Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del climaVia Mendola 33 250
Nuovo polo bibliotecario Via Longon 3-5-7 800
Liceo Carducci – Via Manci 8 300
Univercity Viale Druso 299 500
Edificio provinciale Plaza via del Ronco 2 500
Istituto tecnico “Max Valier – Via Sorrento 20 2.400
Liceo pedagogico “Robert Gasteiner – Via Roen12 2.000
Liceo “Evangelista Torricelli” – Via Rovigo 42 1.260
Scuola Gutenberg – Via Siemens 6-81.200
Comando dei Vigili del fuocoviale Druso 116 2.000
Liceo “G. Pascoli” – Via G.-Deledda 4 800
DRIN – Spazio di coworking – Corso Italia 34; 250
Ufficio del libro fondiario Edificio provinciale D2/3 – Piazza Ambrosoli 14/18 200
Scuola professionale per l’industria e l’artigianato – Via Roma 20 1800
Distretto Sociale Don Bosco Europa – Sede Europa Via Palermo 54 200
Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima Via Amba-Alagi 35 150
Laboratori e Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima Via Amba-Alagi 5 800
Intendenza scolastica tedescaVia Amba-Alagi 10 600
EURAC research – Viale Druso 1 700
Scuola provinciale superiore di sanità “Claudiana” – Via L.-Böhler 13 2.000
Totale22.160

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Altre macroaree

Misure generali di prevenzione nella tutela del clima
Innovazione e trasferimento del know how
Approvvigionamento energetico e gestione intelligente dell’energia

Social media

Seguici su Instagram
e Facebook

KlimaLand.bz

klimaland.bz

klimaland-handy-mockup
© Klimaland

Contattaci

Hai domande o suggerimenti?

Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima
Via A.-Volta. 13 A, Bolzano

info@klimaland.bz
www.casaclima.info