Place Place Phone Phone Mail Mail Opening Hours Opening Hours Shop Shop Secure Secure Restaurant Restaurant Person Info Calendar Info Room Info Other Info Adress Info

Uso razionale ed intelligente dell’energia

Entro il 2025sarà concesso uno sconto sull’IRAP alle aziende che si sottoporranno senza alcun obbligo di legge ad un audit energetico secondo la norma EN 16247, oppure che introdurranno un sistema di gestione dell’energia secondo la norma ISO 50001 o che si certificheranno con il programma KlimaFactory;

Vota ora!

4 risposte a “Uso dell’energia 1”

  1. obwegs robert says:
  2. alice labadini says:
  3. Ludovica Fraschetta says:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

La Giunta provinciale concederà contributi alle aziende sopra menzionate per l’attuazione di misure volte ad incrementare l’efficienza energetica individuate nel report dell’audit o in base ai programmi di certificazione adottati;

4 risposte a “Uso dell’energia 2”

  1. alice labadini says:
  2. Ludovica Fraschetta says:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

A partire dal 2025 gli hotel e le strutture ricettive con impianti ad alta intensità energetica o con un elevato fabbisogno annuo di energia termica si sottoporranno ad un audit energetico secondo la norma EN 16247 o lo standard KlimaHotel/KlimaFactory. In collaborazione tra l’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima e l’Associazione albergatori e locatori sarà definito entro il 2022 la soglia a partire dalla quale si applicherà tale obbligo;

3 risposte a “Uso dell’energia 3”

  1. alice labadini says:
  2. Ludovica Fraschetta says:

    Penso sia opportuno sottoporre gli hotel e le strutture ricettive ,con impianti ad alta intensità energetica o con un elevato fabbisogno annuo di energia termica, ad una diagnosi energetica. In questo modo si otterrà un uso ragionevole ed efficace dell’energia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

L’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima svilupperà un programma per certificare l’efficienza energetica e l’uso di fonti rinnovabili da parte dei comprensori sciistici. Entro il 2025 sarà eseguito un progetto pilota a tale riguardo;

4 risposte a “Uso dell’energia 4”

  1. alice labadini says:
  2. Ludovica Fraschetta says:

    I compressori sciistici adoperano grandissime quantità di energia durante la stagione invernale e sicuramente sostituire tale energia con una fonte rinnovabile renderà l’ambiente nelle nostre aree più sano.

  3. Max says:

    A mio parere non viene mai menzionata la possibilità di recupero energetico nelle condotte di alimentazione dei sistemi di innevamento artificiali, cosa che potrebbe essere fatta con pompe-turbine (PaT).

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2024 l’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima svilupperà una gestione energetica efficiente e una corrispondente certificazione per gli ospedali nell’ambito di un’applicazione pilota. In caso di valutazione positiva ne verrà estesa l’applicazione a tutti gli ospedali pubblici e agli ambulatori della provincia. La possibilità di partecipare a questa iniziativa sarà resa disponibile anche alle cliniche private;

4 risposte a “Uso dell’energia 5”

  1. fra says:

    prova

  2. alice labadini says:
  3. Ludovica Fraschetta says:

    Sviluppare una gestione energetica efficiente per gli ospedali è molto importante e, secondo un mio papere, dovrebbe essere la prima innovazione a cui pensare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

L’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima predisporrà entro il 2023 una piattaforma per condividere le esperienze positive – Best Practices nell’ambito dell’efficienza energetica e dell’energia da fonti rinnovabili maturate all’interno delle imprese;

3 risposte a “Uso dell’energia 6”

  1. alice labadini says:
  2. Ludovica Fraschetta says:

    Predisporre entro il 2023 una piattaforma per condividere le esperienze positive riguardanti le innovazioni energetiche è un’ottima idea soprattutto perchè si potranno correggere e migliorare i risultati in caso di necessità.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2025 l’attestato di un sistema di gestione dell’energia (per esempio ISO50001, KlimaFactory, audit energetico EN16247, certificati nazionali o equivalenti) costituirà un criterio aggiuntivo di valutazione per le aziende che partecipano ad una gara d’appalto pubblica provinciale. L’applicazione di questo criterio è il risultato della collaborazione tra l’Agenzia Provinciale per l’Ambiente e la tutela del clima, l’Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (CAP) e l’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima;

3 risposte a “Uso dell’energia 7”

  1. alice labadini says:
  2. Ludovica Fraschetta says:

    L’attestato di un sistema di gestione dell’energia costituirà un criterio aggiuntivo di valutazione per le aziende entro il 2025 è questo farà in modo che la maggioranza delle strutture siano efficienti energicamente e soprattutto rinnovabili.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Dal 2023 solo i frigoriferi e i congelatori con chiusura conformi alla direttiva Eco-Design (Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 2019) potranno essere utilizzati nei nuovi punti vendita al dettaglio nel settore alimentare o nei punti vendita esistenti soggetti a ristrutturazione. A partire dal 2026 tutti i punti vendita al dettaglio del settore alimentare dovranno essere adeguati;

3 risposte a “Uso dell’energia 8”

  1. alice labadini says:
  2. Ludovica Fraschetta says:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

A tutti i Comuni che non si doteranno di un Piano Luce entro il 2023 sarà ridotto del 5% il finanziamento provinciale;

3 risposte a “Uso dell’energia 9”

  1. Ludovica Fraschetta says:

    Sanzionare i comuni che non si doteranno di un piano luce dovrebbe essere un’iniziativa da introdurre in tutta Italia.

  2. Max says:

    A mio parere c’è molto margine per ridurre le spese energetiche dei comuni e anche altre spese di gestione e manutenzione. È bene che i fondi risparmiati siano adottati per finanziare gli istituti di ricerca del territorio che lavorano sull’innovazione in ambito energetico (LUB e Eurac).

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2024 tutti i Comuni della Provincia saranno dotati di un piano di tutela del clima, che sarà sviluppato secondo i criteri degli European Energy Awards, del Patto dei Sindaci (PAESC) o del Programma Comune Clima. A tale scopo l’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima istituirà un punto di consulenza che fornirà supporto tecnico per lo sviluppo e l’attuazione delle misure di tutela del clima e assumerà il coordinamento per i Comuni. Ai Comuni che non redigeranno questo piano il finanziamento provinciale sarà ridotto del 5%;

3 risposte a “Uso dell’energia 10”

  1. alice labadini says:

    Auspicabile supportare anche una cooperazione tra Comuni

  2. Ludovica Fraschetta says:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Entro il 2024 tutti i Comuni introdurranno la contabilità energetica, che soddisferà almeno lo standard EBO (Energieinstitut Vorarlberg 2020). Un Energy report online sarà predisposto per l’Alto Adige dall’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima a tal fine. L’ottimizzazione della gestione energetica comunale riduce sia i consumi che i costi del bilancio comunale in modo sostenibile;

3 risposte a “Uso dell’energia 11”

  1. Ludovica Fraschetta says:
  2. Max says:

    Corretto! E i risparmi ottenuti dovrebbero essere utilizzati per finanziare la ricerca in ambito energetico (LUB e Eurac nel territorio) e altre iniziative di efficientamento energetico.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

I criteri per l’edilizia agevolata saranno modificati entro il 2025 per inserire misure volte alla neutralità climatica. Va posta attenzione affinché queste misure non causino conflitti irrisolvibili con l’obiettivo prioritario di promuovere alloggi a prezzi accessibili per tutte le fasce della popolazione;

2 risposte a “Uso dell’energia 12”

  1. Ludovica Fraschetta says:

    sono d’accordo, l’innovazione non deve portare un aumento del prezzo, ma le strutture devono rimanere agibili a tutte le fasce della popolazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Minimizzazione delle emissioni di CO2in agricoltura sostituendo le misure agronomiche con un’alta impronta di CO2. L’obiettivo è quello di avviare un corrispondente progetto di ricerca e di sostituire i fertilizzanti minerali con concimi organici sul 50% dei terreni nei frutteti entro il 2028. In viticoltura dal 2025 si rinuncerà all’utilizzo di fertilizzanti azotati minerali passando ai concimi organici;

2 risposte a “Uso dell’energia 13”

  1. Ludovica Fraschetta says:

    Ridurre le emissioni di CO2 migliorerà l’ambiente e l’aria che respiriamo e passare ai concimi organici in viticoltura migliorerà la qualità dell’alimento, nonchè l’inquinamento atmosferico; ridurrà l’acidificazione del suolo e eviterà la perdita di biodiversità.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

L’illuminazione delle vetrine dei negozi, le luminarie in occasione delle festività (per esempio Natale) e l’illuminazione di alberghi e monumenti devono essere spente dopo le ore 22:00 e fino alle ore 6:30. Per i bar e i ristoranti, che chiudono più tardi, vige il limite di 15 minuti dopo la chiusura. Per le strutture ricettiveè ammesso un minimo di illuminazione nella zona di ingresso e di accesso.

5 risposte a “Uso dell’energia 14”

  1. Karin says:

    L’illuminazione delle vetrine obbligatoriamente con luci LED dovrebbe rimanere per un fatto di sicurezza

  2. Manfredi says:

    Proprio così, anche per diminuire l’inquinamento luminoso che crea un grande danno alla visione del cielo stellato, agli animali e anche a noi.

  3. Ludovica Fraschetta says:

    Sono d’accordo in parte con questa iniziativa perchè, togliendo l’illuminazione delle vetrine dei negozi, degli alberghi e monumenti, molte zone di ritrovo durante la notte saranno illuminate solo dai lampioni e questo, secondo un mio parere, ridurrà la movida notturna.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Altre macroaree

Riqualificazione di edifici ed edilizia

 

Utilizzo delle energie rinnovabili

 

Misure generali di prevenzione nella tutela del clima
Approvvigionamento energetico e
gestione intelligente dell’energia
Innovazione e trasferimento
del know how
Inviaci le tue misure

Social media

Seguici su Instagram
e Facebook

KlimaLand.bz

klimaland.bz

klimaland-handy-mockup
© Klimaland

Contattaci

Hai domande o suggerimenti?

Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima
Via A.-Volta. 13 A, Bolzano

info@klimaland.bz
www.casaclima.info