Place Place Phone Phone Mail Mail Opening Hours Opening Hours Shop Shop Secure Secure Restaurant Restaurant Person Info Calendar Info Room Info Other Info Adress Info

Approvvigionamento energetico e gestione intelligente dell’energia

Il Piano strategico per l’ammodernamento delle infrastrutture di trasmissione e dispacciamento dell’energia elettrica(Provincia autonoma di Bolzano, 2017) prevede ammodernamenti e risanamenti rilevanti sia nel campo dell’alta che in quello della media tensione. Le misure previste saranno attuate progressivamente con l’obiettivo di incrementare la sicurezza di approvvigionamento e ridurre al minimo le perdite di linea. La modernizzazione della rete ad alta tensione nel Burgraviato (2030), nella val d’Isarco (2028), il collegamento Vandoies-Brunico (2026) e il collegamento Laion-Corvara (2026) sono da realizzare. Inoltre vari progetti su scala inferiore devono essere realizzati in Val Venosta e nella conca di Bolzano.

Vota ora!

9 risposte a “Approvvigionamento energetico 1”

  1. Uta Beckhaeuser says:

    super

  2. Gebhard Platter says:

    dadsfadsfa

  3. obwegs robert says:
  4. Sirio says:

    In un periodo storico in cui gli sprechi vanno agli eccessi e ovunque si cerca di trovare nuovi metodi di riciclo, risparmio e riutilizzo, questo piano sicuramente può aiutare generalmente a ridurre gli sprechi, diminuendo anche possibili eventuali incidenti lavorativi.

  5. Ludovica Fraschetta says:

    Ritengo che sia un’ottima idea modernizzare le infrastrutture di trasmissione e dispacciamento dell’energia elettrica della provincia di Bolzano soprattutto se l’obbiettivo riguarda la loro sicurezza rendendone la gestione più intelligente.

  6. Gianguido says:
  7. Max says:

    Ricordiamo anche che l’importanza della sensorizzazione della rete.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

La tensione delle reti di media tensione nei centri urbani di Laives, Bolzano e Merano sarà unificata a 20 kV per permettere lo sviluppo di reti intelligenti (Smart grids) a livello provinciale e una migliore integrazione della produzione da fonti rinnovabili. Questo contribuirà allo sviluppo dell’autoconsumo e alla progressiva elettrificazione dei consumi energetici;

6 risposte a “Approvvigionamento energetico 2”

  1. Sirio says:

    Le correnti smart grids ci aiuterebbero nella vita di tutti i giorni, essendo reti intelligenti, dislocano l’energia ed evitano sovraccarichi e variazioni della tensione elettrica, quindi evitano a noi cittadini una serie di problemi o rallentamenti frustranti.

  2. Ludovica Fraschetta says:
  3. Gianguido says:

    Le smart grid sono troppo spesso una buffonata, un termine di moda per evitare di fare quello che sarebbe necessario. “Smart grids” (evito di proposito il termine “intelligenti”, dato che non lo sono) avrebbero senso se integrate con una tariffa legata ai carichi flessibili e alle riduzioni momentanee di carico, tariffa che ne’ Alperia ne’ altri offrono. Parlo con cognizione di causa in quanto sono probabilmente stato il primo a usare pubblicamente il termine in Alto Adige, a inizio 2009.

  4. Max says:

    Ricordiamo anche l’importanza della sensorizzazione della rete e lo sviluppo di algoritimi di ottimizzazione della gestione delle risorse di produzione di energia e di uso dell’energia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

L’elettrificazione dei consumi energetici anche nel campo termico e dei trasporti, abbinata alla diffusione di smart grids, permetterà di aumentare la percentuale di copertura del fabbisogno energetico con fonti rinnovabili;

6 risposte a “Approvvigionamento energetico 3”

  1. Sirio says:

    E questa quindi diminuisce gli sprechi aumentando la disponibilità sicura di energia, utile sempre a noi come popolazione

  2. Ludovica Fraschetta says:

    Penso che utilizzare delle fonti rinnovabili nell’elettrificazione dei consumi energetici nel campo termico e dei trasporti permetterà anche la diminuzione dell’inquinamento atmosferico.

  3. Gianguido says:

    L’elettrificazione non serve a RIDURRE i consumi, solo a spostarli. Ne’ qui ne’ altrove il piano Clima mette in chiaro che i consumi andrebbero drasticamente ridotti. Con la logica proposta, a quando ci saranno cannoni sparaneve e funivie alimentati a pannelli solari e presentati come “ecologici”? Il kW piu’ ecologico in assoluto e’ quello non generato e non consumato.

  4. Tito Palude says:

    l’elettricità non è l’unica fonte rinnovabile.
    Spingere esclusivamente su questa porta al monopolio energetico ed a enormi rischi qualora diminuisse la disponibilità per un guasto o eccessiva richiesta o aumento del prezzo.

  5. Max says:

    Ritengo che l’elettrificazione di una parte dei fabbisogni termici e soprattutto del trasporto non abbiano ancora raggiunto la maturità adeguata. L’elettrificazione dei trasporti porterà grandi vantaggi per la mobilità urbana e richiederà mezzi con paccchi batteria dalle dimensioni ridotte (e quindi sostenibili anche da un punto di vista di life cylce). Il trasporto extra-urbano dovrebbe considerare combustibili alternativi e mezzi con sistemi di abbattimento moderni (a emissioni trascurabili).

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

L’Alto Adige continuerà a studiare e ad utilizzare le migliori applicazioni dell’idrogeno nel campo della mobilità pubblica sostenibile e dello stoccaggio di energia. La Provincia di Bolzano si concentrerà esclusivamente sulla produzione di idrogeno verde, in assenza di altre applicazioni più efficienti;

6 risposte a “Approvvigionamento energetico 4”

  1. Sirio says:

    Mi sembra che all’aumento dei bus ad idrogeno stia diminuendo la puzza di gas e scarichi in strada, come anche molti rumori di sottofondo fastidiosi, in piu questi trasporti pubblici offrono nuovi confort e non inquinano.

  2. Ludovica Fraschetta says:
  3. Gianguido says:

    L’idrogeno e’ un’altra soluzione per rimandare e non affrontare il nodo centrale: riduzione dei consumi e razionalizzazione dell’uso di energia. Il kW piu’ rispettoso dell’ambiente e’ quello non generato e non consumato.

  4. Tito Palude says:
  5. Max says:

    L’idrogeno avrà sicuramente un ruolo nel panorama futuro del contesto energetico, ma ricordiamo che non sarà l’unico attore. È fondamentale una diversificazione dei vettori energetici e delle tecnologie di stoccaggio (batterie, ma soprattutto nel territorio dell’Alto Adige uso del pumping hydro anche in bacini di piccola dimesione).

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Le concessioni in scadenza di grandi impianti idroelettrici (Lappago, Marlengo, Brunico, Naturno, “Prembach”, Vizze e Curon) sono da mettere a bando entro il termine previsto per legge. Una parte rilavante delle compensazioni ambientali conseguenti sono da riservare a misure per la tutela del clima e per l’adattamento ai cambiamenti climatici.

6 risposte a “Approvvigionamento energetico 5”

  1. Manfredi says:

    Bisogna innovare molto nelle rinnovabili e usare solo queste energie, bisogna mettere a bando tutte le energie fossili

  2. Cindy Weiss says:
  3. Sirio says:

    Si penso che prima di tutto bisogni pensare a ridurre emissioni e compensare artificialmente o naturalmente il surriscaldamento globale che rimane il principale problema della società odierna.

  4. Ludovica Fraschetta says:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

0/500

Altre macroaree

Uso razionale ed
intelligente dell’energia
Riqualificazione
di edifici ed edilizia
Utilizzo delle energie
rinnovabili
Misure generali di
prevenzione nella tutela del clima
Innovazione e trasferimento
del know how
Le tue misure

Social media

Seguici su Instagram
e Facebook

KlimaLand.bz

klimaland.bz

klimaland-handy-mockup
© Klimaland

Contattaci

Hai domande o suggerimenti?

Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima
Via A.-Volta. 13 A, Bolzano

info@klimaland.bz
www.casaclima.info