Place Place Phone Phone Mail Mail Opening Hours Opening Hours Shop Shop Secure Secure Restaurant Restaurant Person Info Calendar Info Room Info Other Info Adress Info

Il nostro consumo di acqua sotto la lente di ingrandimento

21.07.2022

L’attuale carenza idrica in Alto Adige ci deve far pensare ai nostri consumi di acqua.

L’uso più razionale dell’acqua è una buona pratica da adottare tutto l’anno. Tuttavia, l’acuta carenza d’acqua di questi caldi mesi estivi ci ha drammaticamente ricordato che la risorsa idrica ha una disponibilità limitata.

L’acqua potabile è uno dei beni più preziosi e indispensabile per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi sulla terra. Sebbene oltre il 70% della superficie terrestre sia costituito da acqua, il 97% di essa è acqua salata e solo il 3% è acqua dolce. Di questo 3% più di due terzi sono racchiusi nei ghiacciai e nel permafrost. Ciò significa che solo lo 0,8% di tutta l’acqua presente sulla terra è liberamente utilizzabile dall’uomo, per lo più sotto forma di acque sotterranee. Il resto è ripartito tra fiumi e laghi.

 

Lo sapevate che…

Il consumo medio giornaliero di acqua potabile di una persona è di circa 140 litri:

  • Bere e cucinare: circa 3 litri
  • Irrigazione del giardino: circa 5 litri
  • Lavaggio delle stoviglie: circa 8 litri
  • Igiene personale: circa 8 litri
  • Doccia e bagno: circa 42 litri
  • Sciacquone della toilette: circa 45 litri
  • Pulizia e lavaggio auto: circa 10 litri
  • Lavaggio degli indumenti: circa 17 litri

 

Risparmiare acqua in casa

 

Con alcuni semplici consigli per il risparmio idrico, potete contribuire attivamente a ridurre il consumo di acqua potabile in Alto Adige e risparmiare allo stesso tempo; senza troppe rinunce.

  1. Risparmiare acqua tirando lo sciacquone
    Gli sciacquoni moderni consumano 3 litri d’acqua a scarico, 6 litri quello doppio. Nella maggior parte dei casi, una quantità minore di acqua è già sufficiente: con gli sciacquoni più vecchi, in cui il flusso è di addirittura 9-14 litri, non è necessario premere il pulsante fino in fondo. In questo modo, una famiglia media di quattro persone può risparmiare quasi 22.000 litri annui.
  2. Installare un riduttore di flusso e raccordi per il risparmio idrico
    Istallare riduttori di flusso aerati sui rubinetti e nelle docce può far risparmiare in media 30 litri d’acqua al giorno in una famiglia media. Ciò equivale a un risparmio annuale di acqua potabile di circa 11.000 litri e corrisponde a circa il 40%.
  3. Aprire il rubinetto solo durante il risciacquo
    Chiudere l’acqua mentre ci si insapona, ci si lava i denti o ci si rade può far risparmiare molta acqua. Il potenziale di risparmio è di circa 15 litri d’acqua al giorno per persona. Per una famiglia di quattro persone, ciò si traduce in un risparmio potenziale di circa 22.000 litri d’acqua.
  4. Non lavare le stoviglie sotto l’acqua corrente
    Lavare i piatti nel lavello richiede in media 50 litri d’acqua. Se ciò avviene sotto l’acqua corrente non stop, il consumo d’acqua è estremamente elevato, fino a 150 litri. In confronto, una lavastoviglie ben riempita consuma solo 12-14 litri. Così, in una famiglia di quattro persone, si possono risparmiare circa 10.000 litri d’acqua all’anno.
  5. Doccia breve al posto di un bagno nella vasca
    Una doccia di 5 minuti in alternativa al bagno nella vasca significa una riduzione media di 2/3 dell’acqua: in una famiglia media corrisponde a circa 42.000 litri in meno.
  6. Evitare il gocciolamento dei rubinetti
    I rubinetti che gocciolano devono essere riparati immediatamente. Dieci gocce al minuto significano un inutile consumo aggiuntivo di circa 1.800 litri all’anno.
  7. Selezionare il programma di lavaggio giusto
    La scelta del programma più adeguato e della quantità di carico, per lavatrici e lavastoviglie, può far risparmiare molta preziosa acqua potabile. I cosiddetti “programmi ecologici” utilizzano solo la metà dell’acqua rispetto ai normali programmi standard e la riscaldano meno, ma durano di più. L’uso regolare di questi programmi eco comporta un risparmio medio annuo di 33 euro sulla bolletta e di 5.400 litri d’acqua.
  8. Utilizzo dell’acqua piovana
    L’acquisto di un sistema per l’acqua piovana può ridurre il consumo idrico di una famiglia media fino al 45%. L’acqua piovana cade dal cielo gratuitamente ed è anche priva di calcare, cioè morbida, il che la rende ideale per innaffiare le piante d’appartamento, i fiori del giardino e del balcone, per pulire, per lo sciacquone e per il lavaggio dei vestiti.

Anche interessante

Contattaci

Hai domande o suggerimenti?

Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima
Via A.-Volta. 13 A, Bolzano

info@klimaland.bz
www.casaclima.info